E) LE IMMAGINI


E1

E2

E3

E4

E1 - Questa foto rappresenta probabilmente la mola SS Annunziata ancorata nel ramo destro del Tevere a monte di Ponte Cestio. Visibili la zattera principale collegata alla riva dalla rampa in muratura e la passerella di legno. In primo piano la torretta di ormeggio di un altro molino ormeggiato più a valle, probabilmente la mola San Francesco (Chaffourier 1870)
E2 - La foto è presa da Ponte Rotto; l'isola è a destra. A monte di Ponte Cestio la mola San Francesco al centro dell'arco, quella SS Annunziata subito dietro e in fondo una terza mola ostruiscono quasi completamente il ramo destro del fiume (Chaffourier 1870)
E3 - A monte di Ponte Cestio si vedono, ancorate all'isola, le mole SS Annunziata e, al centro della foto, San Francesco (Chaffourier 1870)
E4 - Mola a valle di Ponte Cestio ormeggiata alla riva di Trastevere; sono visibili le bestie da soma che transitano sulla passerella. Dietro al ponte si intravede la mola San Francesco (Antonio Acquaroni ~1820) 


E5

E6

E7

E8

E5 - "Isola Tiberina verso occidente". Sul ramo sinistro, a monte di Ponte Fabricio, è visibile la rampa della mola Sant'Andrea o di Ghetto; su quello destro in primo piano la mole Santa Maria, e seminascoste quelle di SS Annunziata e San Francesco, ancorate all'isola ed altre due ancorate a Trastevere (Giuseppe Vasi 1754)
E6 - "Veduta di Ponte Ferrato degli Antiquarj detto Cestio"; vista di fantasia dall'isola a monte del ponte (G.B. Piranesi metà XVIII secolo)
E7 - L'isola Tiberina e il ramo sinistro del Tevere con Ponte Fabricio e due molini; quello di sinistra è probabilmente la mola "Sant'Andrea al portone delli Hebrei" (Hieronymus Cock 1530-34; vedi anche B2)
E8 - Visione di fantasia con numerosi molini a valle di Ponte Sisto (Hieronymus Francken, inc. M.Sadler - copia dal Du Perac del 1574)


E9

E10

E11

E12

E9 - Immagini di molini dipinti sul soffitto della Cappella nella chiesa di San Bartolomeo, sull'isola Tiberina, dove la Corporazione dei Molinari aveva stabilito la sua sede religiosa
E10 - In questo dipinto di fine '800 a monte di Ponte Cestio, dietro l'arco, si intravede la rampa di quella che fu la Mola di Ghetto (Sant'Andrea)
E11 - Dietro a Ponte Rotto, visto dall'estremità est dell'isola, è visibile un molino con la relativa rampa di accesso (anonimo fine XVIII sec.)
E12 - Una mola ripescata dal fondo del fiume ed esposta al porto di Ripa Grande. E' visibile la caratteristica "guzzatura" cioè la solcatura che veniva tracciata da scalpellini specializzati per consentire la molitura del grano. Una mola "guzzata" di fresco tendeva ad "impastarsi" e per il primo periodo di funzionamento produceva farina mal macinata